quinta-feira, janeiro 07, 2010

VERITÀ


Già non so se le parole sono gesti
O se i gesti sono parole calme...
ma così, e poichè lo desideri tu, sono protesti
E in tutto c 'è un amalgama di gente e di brutte cose.
Per me il vostro silenzio è funesto,
Esattamente quando portate i cestini delle rose
E funzionate col sorriso delle arme aperte
Come uve secche dai cori e dalla nostalgia delle pagine.

Davanti alla statua nuda della verità
Dove ispiro questo momento della realtà
Restano queste parole tristi, sensa significato

Davanti alla statua nuda della verità
Resta ancora più un segno della mia vulnerabilità
Per colui che tanto ho atteso ed ora tanto amavo...

03-2007

Etiquetas:

2 Comments:

Blogger Paula Raposo said...

Minha querida: não sei italiano que me permita entender o poema.
Muitos beijos para ti.

5:56 da tarde  
Blogger Maria Clarinda said...

Maravilha...gostei imenso , Joaninha querida não sabias que até em Italiano fazes poemas tão belos...
Adoro-te
Jhs muitos

11:16 da manhã  

Publicar um comentário

<< Home


Free Hit Counter